di Salvo La Delfa

Abbiamo intervistato Marina Morale, presidente dell’Associazione “Pachamamami”, una nuova realtà associativa siracusana.

Marina Morale, insieme a Michelangelo Burò e Maria Giovanna Curcio, ha attivato la prima scuola di Naturopatia nel nostro territorio, accreditata dal Csen-Settore Olistico Nazionale. La Naturopatia è una filosofia, una scienza che tenta di ristabilire e ritrovare l’equilibrio psico-fisico-energetico dell’individuo attivando il processo omeostatico.

Marina, ci parli dell’Associazione e di come è nata?

La nostra storia è semplice. L’ Associazione Pachamamami nasce dall’idea di tre naturopati specializzati ognuno in un campo specifico. Insieme a mio marito, Michelangelo Burò, che è anche l’amministratore dell’associazione, abbiamo iniziamente percepito l’esigenza di creare qualcosa di nostro avendo maturato l’esperienza necessaria per farlo. A noi si è unita una successivamente Maria Giovanna Curcio, che è l’attuale vice-presidente dell’associazione. La nascita di questa associazione per noi tre è stato un momento di grande gioia. Siamo un gruppo affiatato, in rapida evoluzione e la crescita personale è e sarà sempre il nostro unico obiettivo.

D.: Qual è la missione dell’Associazione?

R.: L’associazione non possiede nessuna connotazione religiosa, ed è assolutamente apolitica e democratica. La nostra missione è quella di promuovere la divulgazione delle Discipline Bio-Naturali e nello specifico della Naturopatia, soprattutto su tutto il territorio siracusano, provinciale e regionale, tramite progetti comuni specifici e mirati. Lo facciamo attraverso conferenze, seminari, convegni, manifestazioni, attività editoriali o altre attività di vario tipo. Promuove ricerche in questo campo e in tutte le discipline ad essa correlate. Gestisce e promuove corsi di qualificazione, perfezionamento e aggiornamento dei professionisti olistici e del comparto sanitario e para-sanitario in collaborazione anche con gli Enti Locali, Regionali e Statali, pubblici e privati. L’associazione crea incontri di pratiche naturopatiche e bio-naturali di varie modalità e vari livelli, con lo scopo anche di tutelare gli interessi professionali della categoria e garantire il corretto esercizio delle professioni da parte dei nostri professionisti iscritti.

Da chi è costituita, chi sono i soci?

L’ associazione è costituita anche da altri professionisti del settore. Abbiamo medici, chimici, farmacisti, biologi nutrizionisti, architetti, erboristi, naturalisti, storici, agronomi, kinesiologi, iridologi, geologi, e operatori della comunicazione e del counseling, ecc.

Ma cos’è la Naturopatia?

La traduzione più azzeccata è “Sentiero della Vita”, e quindi prima di tutto una filosofia di vita e come tale può essere insegnata o inserita all’interno di un programma di consulenza che educhi a migliorare la qualità della vita. Come dice la dott.ssa Ornella Mauro, Presidente Nazionale del Csen-Settore Olistico: “La Naturopatia vuole diffondere la buona salute attraverso ciò che la terra e ciò che l’universo ci dona ogni istante. Se ci pensate un attimo questa è una cosa fantastica e meravigliosa. Perché noi siamo frutto di questa Terra, noi siamo terra, noi siamo universo”.

L’interesse per il benessere, per una buona alimentazione, per la propria salute è stato sempre un punto centrale nella vita dell’uomo fin dai tempi della ricerca dell’elisir di lunga vita, e ancora oggi l’obiettivo primario per l’uomo è questo. La naturopatia è, quindi, l’insieme delle discipline e delle metodiche naturali che stimolano la forza vitale della persona e aiutano ad assecondare la spontanea capacità di autoregolazione dell’organismo, di ritorno all’equilibrio del corpo umano, denominato omeostàsi. Questo processo avviene attraverso l’uso di tecniche, di rimedi di diversa natura, oppure attraverso l’adozione di stili di vita sani ed in armonia con i ritmi naturali dell’universo. Molti ci identificano come medicina alternativa, assolutamente sbagliato, la nostra medicina è complementare, perché ci interfacciamo con i medici quando da noi vengono clienti con delle problematiche serie. Noi non facciamo diagnosi e non curiamo, questi sono compiti della medicina ufficiale. L’obiettivo comune è che il cliente, per noi naturopati, e il paziente per i medici, possa ristabilirsi e ritrovare l’equilibrio psico-fisico-energetico, e questo può avvenire solo unendo le nostre forze.

Come si diventa Naturopati?

Basta iscriversi ad una scuola di naturopatia come la nostra. In Italia ci sono tantissime scuole che formano naturopati,  ma a noi preme dire che per diventare naturopati ci vuole molto impegno e dedizione allo studio. La professione del Naturopata rientra fra le professioni “non regolamentate”, cioè non organizzate in ordini o collegi come per i medici o architetti o avvocati, ecc. e quindi rientra fra le professioni “non riconosciute/non regolamentate”, ma che possono essere esercitate liberamente, ai sensi della Legge 4/2013. Il naturopata professionista può esercitare liberamente e senza alcuna abilitazione, fermo restando che il suo esercizio deve essere fondato sulla competenza professionale e sulla responsabilità del professionista, come chiaramente specificato nella legge sopra citata. La nostra scuola ha tutte le caratteristiche per formare naturopati competenti.

Come si chiama la vostra scuola?

La nostra scuola si chiama “Scuola di Naturopatia e Scienze Olistiche Bio-Naturali Pachamamami” e abbiamo creato il nostro motto: “Luogo Dove Scienza e Natura S’ Incontrano e Si Confrontano”. Attraverso la nostra scuola avremo modo di trasmettere la conoscenza delle discipline naturali in modo innovativo e semplice, grazie alle conoscenze tecnico-scientifiche e naturopatiche dei nostri docenti e dei nostri collaboratori, conosciuti sia in Italia che all’estero. Il percorso naturopatico dura tre anni. Gli studenti raggiungono un monte ore di 1600 di lezioni, di cui 400 ore sono dedicate al tirocinio svolto in classe seguiti dai docenti. Le lezioni si svolgono durante i fine settimana, e variano da due a tre fine settimana al mese. È importante il monte ore di studio per il rilascio del titolo di studio riconosciuto anche dal Csen-Settore Olistico Nazionale.

A chi vi rivolgete? Chi sono i vostri studenti?

Ci rivolgiamo sia a giovani che vogliono iniziare un percorso professionale nel campo della salute e prevenzione ma che si distacca dagli studi “classici”, e sia a coloro che già lavorano nell’ambito sanitario come medici, infermieri, fisioterapisti ma che vogliono arricchire e dare maggior valore alla loro professionalità e competenza specializzandosi in discipline naturali e acquisendo attestazioni importanti. Noi siamo tanto orgogliosi di avere studenti come i nostri. Gli studenti che frequentano la nostra scuola rinunciano a tante cose perché con il tipo di studio che viene fatto da noi, l’impegno è tanto. Tante ore di studio frontale, studio a casa per la preparazione di esami, rinunciano a tanti sabati e domeniche in famiglia, con gli amici, ecc. Nell’era della tecnologia tutto diventa veloce e facilmente acquisibile online, ma per noi lo studio frontale è fondamentale, perché attraverso lo stare insieme, confrontarsi, avere il docente in classe, avviene una crescita diversa da come può essere uno studio fatto online. Possiamo essere d’accordo per piccoli aggiornamenti professionali, corsi prettamente teorici, ma la naturopatia si vive, perché insieme avviene il cambiamento.

“Pachamama” nella lingua andina vuol dire “Madre Terra”. “MaMaMi” è l’acronimo di Marina, Maria Giovanna e Michelangelo. Da “Pachamama” e “MaMaMi” abbiamo chiamato l’associazionePachamamami che in lingua andina ha un significato proprio, è un vezzeggiativo della Madre Terra.