di Salvo La Delfa

La rappresentanza siracusana ha partecipato al convegno regionale organizzato dalle tre Università siciliane per celebrare i 150 anni della prima tavola pubblicata dal chimico russo Dmitrij Mendeleev e per ricordare Primo Levi, chimico e scrittore italiano

 

Gli studenti e i docenti di due istituti siracusani, l’IIS “L. Einaudi” e l’ITI “E. Fermi”,  hanno partecipato all’evento regionale, promosso dalle tre Università dell’Isola all’interno del Piano Nazionale Lauree Scientifiche, per celebrare i 150 anni dalla prima pubblicazione della Tavola Periodica degli Elementi Chimici ad opera del chimico russo Dmitrij Mendeleev (il 2019 è l’anno internazionale proclamato dall'UNESCO).

Insieme a studenti e a docenti provenienti da tutte le province della Sicilia, la delegazione siracusana (composta dai docenti Paola Vero, Alessia Giardina, Concita Pitruzzello e Salvo La Delfa  e dagli studenti Giada Gallo, Nadia Sala, Daniele Nigri, Salvatore Patania e Vincenzo Cardone) ha avuto modo di partecipare all’incontro messinese durante il quale Nicola Armaroli, direttore del CNR di Bologna, ha tenuto una relazione sul ruolo degli elementi chimici per un futuro sostenibile e Giovanni Predieri, professore ordinario di chimica dell’Università di Parma, ha discusso sul ruolo dei metalli di transizione nella tecnologia e nell’arte. Messa in scena durante l’incontro anche l’emozionante piece teatrale dal titolo “Molecole d’autore in cerca di memoria”, scritta e recitata dal rettore dell’Università di Firenze, anche lui chimico, Luigi Dei. La rappresentazione è stata liberamente tratta dal libro “Il Sistema Periodico”, dello scrittore chimico Primo Levi, del quale ricorre quest’anno il centesimo anniversario della sua nascita.

La tavola periodica non è solo l’alfabeto dei chimici ma è l’alfabeto di tutta l’umanità”, ha dichiarato Scolastica Lella Serroni, docente dell’Università di Messina che, insieme a Guido De Guidi dell’Università di Catania, è referente per la Sicilia Orientale del Piano Lauree Scientifiche per la Chimica.  “Tutta la complessità dell’universo è costruita a partire da 90 tipi diversi di mattoncini, che sono i 90 elementi naturali presenti nell’Universo”. Al momento la tavola periodica degli elementi è costituita da 118 elementi, dei quali fanno parte, oltre agli elementi nauturali, quelli artificiali prodotti in laboratorio con tempi di vita molto piccoli.