di Redazione

"Penelope. Il grande inganno", il 23 e il 24 all'Orecchio di Dionisio. Spettacoli gratuiti con ritiro biglietti all'INDA dal 22

 

Approderà anche a Siracusa, il 23 e 24 luglio, alle ore 20.30, per due serate speciali nello splendido scenario dell’Orecchio di Dionisio, la tournée di Penelope. Il grande inganno, lo spettacolo diretto da Manuel Giliberti e prodotto dalla Fondazione Inda, dall’associazione “Verso Argo” e dal Teatro Donnafugata.

L’ingresso allo spettacolo all’Orecchio di Dionisio è gratuito fino a esaurimento posti. Chi volesse assistere a Penelope. Il grande inganno dovrà ritirare il ticket gratuito nella biglietteria della Fondazione Inda in corso Matteotti; il ritiro è possibile a partire da lunedì 22 luglio, dalle 10 alle 13.

Penelope. Il grande inganno racconta i venti lunghi anni durante i quali Ulisse fu lontano da Itaca, prima per combattere insieme agli altri eroi greci la guerra di Troia e poi, per altri 10 anni, nel tentativo di fare ritorno nella propria patria e narra soprattutto la figura di Penelope, moglie di Ulisse, regina ingegnosa e scusa, difensore instancabile del regno di Italia, in assenza del marito, e madre protettiva. “Non sappiamo nulla di cosa avvenne realmente a Itaca in quei vent’anni - sono le parole del regista Manuel Giliberti -. Chi sono le vittime e chi i complici? Qual è la relazione tra Penelope e le sue ancelle? I Proci come vivono veramente l’occupazione del palazzo?”. Attraverso la forma del flashback e una narrazione leggera, che privilegia l’ironia, Penelope. Il grande inganno riflette su questi interrogativi avendo come punti di riferimento autori classici e contemporanei che hanno narrato la vicenda: da Omero a Euripide, Ovidio, Gorgia fino a Ritzos, Malerba e Atwood. “Non diamo volutamente una interpretazione finale - aggiunge il regista - ma cerchiamo di aggiungere volume, linee e materia a quell’ologramma tanto amato ma assai poco compreso”.

La drammaturgia dello spettacolo è di Manuel Giliberti, i costumi di Marcella Salvo, i movimenti di Serena Cartia, le musiche di Antonio Di Pofi mentre Giovanni Ragusa è il direttore di scena. Sul palco attori professionisti e allievi dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico, sezione “Giusto Monaco”: Deborah Lentini, Elvio La Pira, Giulia Valentini, Serena Chiavetta, Federica Cinque, Simona De Sarno, Rosario D’Aniello, Alessandro Mannini, Mattia Valenti, Claudia Bellia e Luigi Mancuso. La voce di Omero è di Clara Galante, nel cast anche la cantante Chiara Meschini.